chi siamo PDF Stampa E-mail
siamo un gruppo di amici che insieme, con un po’ di affiatamento e buona volontà abbiamo creato un ponte…. di solidarietà tra Italia e Costa D’Avorio.
Bloléquin è un villaggio di circa cinquemila abitanti situato a sud ovest della Costa d’Avorio. Esso è stato particolarmente colpito dalla guerra civile scoppiata in questo Stato nel 2002.
Durante il conflitto, anche le scuole pubbliche  furono chiuse per alcuni anni ed  alla loro riapertura, i ragazzi che prima frequentavano regolarmente le lezioni non vennero più ammessi alla scuola perché avevano ormai superato l’età scolare.
Padre Leopold, giovane sacerdote ivoriano allora parroco di Bloléquin, ebbe un’idea grandiosa: creare una scuola cattolica per dare un futuro a questi ragazzi, questo anche  per evitare che molti di loro, senza un’occupazione potessero diventare ragazzi di strada. Inoltre, alcuni di essi durante la guerra furono adescati per combattere ( il famoso fenomeno dei bambini soldato) e quindi  c’era anche la necessità di recuperarli psicologicamente.
Il desiderio di Padre Lèopold si realizzò nel 2005 quando i coniugi  Irgher si recarono   a Bloléquin e constatando le condizioni di estrema necessità decisero di creare l’Institut Catholique Manuela, una scuola cattolica  per ricordare la loro unica figlia Manuela scomparsa tragicamente in un incidente stradale a soli diciassette anni.
Oggi l’istituto è  un grande complesso scolastico composto da: scuole elementari, medie, superiori, laboratorio scientifico e mensa ed accoglie oltre cinquecento giovani.
Anche se questa scuola gode attualmente del  riconoscimento statale, non riceve tuttavia nessun aiuto economico né da istituzioni pubbliche né da organizzazioni internazionali per la propria gestione.
A questo proposito a Cairo Montenotte opera da alcuni anni un comitato di solidarietà: “La missione del cuore” presieduto dalla Sig. Anelia, una donna  disabile che da trentasette anni vive su una sedia a rotelle, a causa di una improvvisa malattia contratta quando era poco più che ventenne.  Anelia con il suo coraggio e la sua sensibilità nei confronti dei più bisognosi, ha messo in moto la macchina della solidarietà  ed attraverso adozioni a distanza e piccole donazioni fornisce un contributo notevole a questa struttura. La missione del cuore opera  in stretta collaborazione con la ONG “Vie pour tous avec Manuela” presente in Costa D’Avorio e presieduta da Padre Lèopold.
 
L’attuale crisi economica ha aggravato molto la situazione del paese per cui le
difficoltà per riuscire a far studiare anche un solo figlio per famiglia  sono diventate enormi.